PALLANUOTO IN ESTATE? DEL LUNGO: “IL PROBLEMA E’ LA VISIBILITA'”

297

Campionato in estate? La FIN ci pensa, ma tutto dipenderà da quello che deciderà il CIO con le federazioni internazionali. Il difficile contenimento del Covid-19 in Europa mette a serio rischio Tokyo 2020 e qualora l’evento fosse rimandato, ecco che per la Serie A1 potrebbe aprirsi possibilità interessante.

Negli ultimi giorni Luca Bittarello, capitano del Quinto aveva proposto di rimandare in inverno tutte le competizioni internazionali tra le quali anche le Olimpiadi e tornare a disputare un campionato in estate. L’idea ha attirato molti consensi tra giocatori, allenatori, presidenti e anche tifosi che potrebbero così riassaporare il vero sapore del gioco.

Sulla questione è intervenuto anche il portiere dell’AN Brescia Marco Del Lungo che ha commentato così l’idea: “Campionato estivo? Forse sì, perché la pallanuoto nasce in mare, ma si accavallerebbe con gli impegni della nazionale e così facendo dovremmo modificare anche quelli. Sarebbe forse più bello, ma mancherebbero anche le strutture secondo me. Il nostro vero problema è mettere in risalto il pacchetto pallanuoto. Avere una visibilità mediatica maggiore di quella attuale“.

Michele Iacobello

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy