PASSIONE SPORTIVA, BRESCIA: NON PERDERE LA SPERANZA

99

Se c’è una cosa che ho imparato seguendo e tifando il Brescia è che non bisogna mai perdere la speranza; star sotto di un gol al novantesimo non significa per forza una sconfitta e ogni partita deve essere vissuta non per il risultato di quella precedente, ma per l’andamento di quella che si sta giocando.

Sugli spalti del Rigamonti ho vissuto momenti che sono difficili da descrivere a parole, mi sono abituata ai fallimenti ed emozionata alle grandi vittorie, ma rimanendo sempre concentrata sugli obbiettivi che avremmo dovuto raggiungere.

La partita contro la Salernitana ci fa rendere conto di quanto realmente siamo vicini alla zona dei play off, quanta poca strada dovremmo percorrere per ristabilire gli equilibri e poter finalmente tornare ad ambire agli obiettivi che ci eravamo prefissati a inizio stagione.

La squadra campana apre le porte dello Stadio Arechi per disputare una gara difficile per entrambe le formazioni notando sia la loro inviolabile difesa che la nostra striscia di risultati positivi.

Che spesso la squadra non giochi al massimo della sua forma è normale, i momenti di difficoltà fisica ci sono in tutte le formazioni, la cosa che però non aiuta una squadra già in difficoltà è sicuramente un arbitraggio che con anche solo una decisione risulta determinante in negativo.


Pronto a rimontare in sella del tuo scooter? Guarda questo casco jet Kappa Urban open face, dotato di visiera ad alta protezione realizzato in materiale policarbonato. Un casco leggero (peso 1050 gr), economico ed Omologato CE.

Il fischietto designato per la sfida in Campania, lo stesso del rigore molto dubbio fischiato alla Cremonese durante il derby, ieri sera ha commesso un altro errore che ci è costato la partita concedendo un calcio d’angolo inesistente alla Salernitana che ha fatto sbloccare il risultato portandoli in seguito alla vittoria.

La pausa per le Nazionali fa riprendere fiato a tutte le squadre lasciando anche tempo per pensare, agire e migliorare su tutti gli aspetti ancora un po’ carenti.

Contro il Pordenone mi aspetto una partita piena di sorprese e per nulla scontata avendo noi uno dei migliori attacchi e la squadra friulana una delle miglior difese.

Di Daniela Franchi – 16 anni –

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy