PASSIONE SPORTIVA, BRESCIA: “NULLA È MAI QUELLO CHE SEMBRA”

355

L’Entella nonostante sia una squadra che da poco tempo gioca in Serie B, non mi ha mai fatto piacere incontrala. I liguri, qualunque fosse stata la loro posizione in classifica o la loro forma fisica, hanno sempre creato non pochi problemi alle rondinelle, come nella partita di andata quando ripresero il pareggio al terzo minuto di recupero.

Le partite non sono mai come immagini siano, anche il più piccolo ed insignificante errore può portare ad un enorme problema.

Fino alla fine del primo tempo, terminato 1 a 0 con l’ennesimo gol di Ayé, pensavo di aver visto in campo una delle formazioni più scorrevoli e pratiche di questa stagione, ma come ho già detto, nulla è mai quello che sembra, soprattutto nel calcio.

Sembra una squadra che al novantesimo proprio non ci vuole arrivare col vantaggio, alcune volte viene spontaneo chiedersi come mai le altre squadre pur non essendo impeccabili riescano a recuperare o addirittura conquistare la vittoria contro di noi.

Pensare che proprio due anni fa aspettavamo con ansia il fischio dell’arbitro con le sciarpe legate al collo e i piedi ben saldi sui seggiolini bianchi e blu dello stadio è veramente triste.

Ora, a distanza di più di settecento giorni ci ritroviamo ad essere nella zona play out senza poter sostenere la squadra con cori ed esultanze in questo difficile momento, situazione che potrebbe decisamente fare la differenza.

Nella prossima sfida affronteremo il Cosenza, squadra che condivide con noi il posto nei play out, reduce tra l’altro da una vittoria prestigiosa contro il Chievo.

Quando si parla di partite chiave di una stagione, ecco questa è una di quelle.

Daniela Franchi – 16 anni

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy