QUANDO IL CALCIO NON E’ PIU’ MAGIA: COME ROVINARE UNA FAVOLA

267

C’è chi sogna di essere un giorno cme Cristiano Ronaldo, chi di segnare a San Siro, chi di indossare la maglia del Brescia al Rigamonti. Sogni e speranze di tantissimi giovani che si affacciano al mondo del calcio con gli occhi di coloro che vivono una favola. Eppure, come nelle favole esistono gli orchi: gente cattiva che è prona a sgretolare con un battito di ciglio le speranze riposte nel cuore di chi ama veder rotolare un pallone su un rettangolo verde.

Prendiamo spunto da quanto accaduto nel campionato Under 17 tra Reggiana e Vis Pesaro. La partita tra le due formazioni non si è giocata. E perchè mai? Perchè l’allenatore della Vis Pesaro, tale signor Vincenzo Varriale, sosteneva che i due pali della porta non erano allineati di 3 centimetri. Uno scherzo? Nemmeno per sogno!

Stiamo parlando di una gara del campionato allievi. Il problema alla porta problema era stato anche sistemato ma alla fine l’allenatore della Vis Pesaro non ha voluto giocare chiudendo la squadra per due ore negli spogliatoi. L’arbitro era disposto a iniziare la partita ma la Vis Pesaro si è rifiutata di giocare!

Avete capito bene, rifiutata di giocare al gioco più bello del mondo! Come può essere? Come possibile che un insegnante di calcio e di vita come un mister si prenda la responsabilità di non far giocare la propria squadra per questioni futili? Ed invece è andata decisamente così!

Ciò che è accaduto in Reggiana-Vis Pesaro è solo uno dei tanti episodi che si vedono sui campi di provincia e nelle giovanili dove si privilegia il risultato alla maturazione dei ragazzi, quelli che dovrebbero diventare uomini nella società prima ancora che campioni di calcio.

Eppure, senza andar troppo lontano, capita anche nella nostra provincia di vedere cose strane. Vedere il calcio stravolto nel suo principio naturale di divertimento e insegnamento di valori sportivi e umani. Capita di vedere fantomatiche metodologie di lavoro apportate nei settori giovanili perdendo di vista cio che più è importante: la crescita dei ragazzi!

E allora di pasilli, non d’onore ma di scherno come fatto dai ragazzi della Reggiana a quelli della Vis Pesaro ce ne vorrebbero davvero tanti, e non per i ragazzi che inseguono un sogno ma chi questi sogni li distrugge.

Il video del pasillo dei ragazzi della Reggiana nei confronti dei coetanei della Vis Pesaro:

https://www.facebook.com/watch/?v=1228235624374079&extid=NS-UNK-UNK-UNK-IOS_GK0T-GK1C&ref=sharing

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy