TROFEO MOTOESTATE 2024: IN ARRIVO IL PRIMO SEMAFORO VERDE

85

A VARANO IL PRIMO DEI CINQUE APPUNTAMENTI IN CALENDARIO CON TANTE NOVITA’

Il primo semaforo verde della stagione è pronto a scattare questo week end per l’esordio stagionale dei Trofei WRS Motoestate sullo storico e casalingo circuito di Varano De’ Melegari.

Novita’ Pirelli e Sportbike

Come ogni anno il torneo si presenta al via con tante classi e protagonisti, oltre a diverse novità. Dopo dodici anni di collaborazione con Dunlop, quest’anno i piloti monteranno gomme Pirelli, promosse fin dai primi test. Soprattutto la V2 che equipaggia le Race Attack: ottimo grip e durata e soprattutto prezzo molto competitivo, in controtendenza con i prezzi degli altri pneumatici sul mercato. Una scelta fatta soprattutto per agevolare chi approccia alle gare e la Race Attack è la classe entry level ideale.

sette anni fa, Fabio Starnone, Luca Carone, Mattia Sorrenti, che arriva in Sportbike dopo due anni di successi nella 300, e Marco Solcà che arriva invece dalla 600. Per l’occasione sarà al via anche Edoardo Colombi, campione Aprilia 2023, per testare la sua moto in vista del BSB Sportbike.

In questa categoria, che ha mosso grande interesse, non mancheranno gli outsider e i tanti giovani, tra cui Matteo Destefanis e Corradi, sulle Yamaha R7 in configurazione trofeo, Guido Berselli, Paolo Censale, Mattia Calonaci e Federico Rovelli solo per citarne alcuni.

Salendo di potenza si passa alla 600 Open che vedrà ai nastri di partenza il parmigiano Daniele Galloni, vincitore lo scorso anno della Next Gen SS, e ora al via con Phantom, squadra con la quale corre nel CIV Moto3. Daniele a Varano torna però alla classe che lo ha consacrato e dovrà vedersela da Simone Campanini, campione della RTK 600, Luca Sansavini, sul podio finale 2023, Michele Filippi al rientro dopo un 2023 sfortunato, Paolo Cavallara e poi le interessanti KTM di Lico Santo e Andrea Sgariboldi.

Nella 1000 Open, assente Michael Lamagni campione 2023, vedremo al via Lorenzo Renaudo, vice campione lo scorso anno, Sebastiano Zerbo, che torna al Motoestate, Max Palladino, Massimo Boccelli, Paolo Cristini e Alessandro Costantino al debutto nella 1000 con Ducati dopo anni nella Supermoto. E poi ancora il bresciano Emanuele Lo Bartolo, Lorenzo Voch, Alessandro Bonecchi e Christian Fortunati, per citarne alcuni.

Folta come sempre la Race Attack con un bel parco partenti sia nella 600 che nella 1000. La categoria propedeutica, che è il passo ideale tra il mondo delle prove libere e quello delle gare, proseguirà con il classico format: due gare sprint, stile Superbike, per ogni round di gara. Nella 600 tra i protagonisti ci saranno sicuramente Daniele Bassi, William Benedet, Nicolò De Padova, che torna al Motoestate dopo alcune stagioni, Diego Copponi e Alberto Bettella, secondo la passata stagione.

Nella Race Attack 1000 i tanti piloti promettono spettacolo. Sicuramente tra i protagonisti della serie vedremo Gabriele Proietti, Diego Vitellaro, Diego Scaltritti, Giorgio Zecchinati, Matteo Cristini all’esordio su una 1000 cc. E poi ancora Fabiano Facciolini, Roberto Galdoni e Gelsomino Papa figurano tra i protagonisti in cerca di podio.

Oltre alle categorie menzionate, al via i trofei CRV e RBF Cup, partner storici del MES che manderanno in pista le proprie griglie di partenza con 600 e 1000.

Race program

Sabato il programma di gara prevede prove libere la mattina e dal pomeriggio le prime qualifiche. Domenica mattina ultime qualifiche e dalle 11.15, le gare. Ad aprire le danze la 300SS. Il programma di gara è disponibile qui.

Come assistere alle gare

Per assistere alle gare il costo del biglietto è di 7 euro il sabato, 12 euro, ridotto 10, la domenica. I biglietti sono acquistabili direttamente in pista oppure on-line qui.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy