BRESCIA, CELLINO: “MARROCCU UN DIPENDENTE”

122

IL PRESIDENTE TENTA DI TRATTENERE IL DS CHE SI È PRESO DEL TEMPO

Non bastava la complicata situazione della panchina con Corini ormai destinato all’esonero e l’incredibile reintegro di Filippo Inzaghi, ieri presente a Torbole nel giorno del “rompete le righe”.

Ora ci si mette la particolare situazione attorno alla figura del direttore sportivo. È ormai nota la volontà di Cellino di provare in tutti i modi a trattenere il dirigente sardo pronto però a salire sul carro gialloblu dell’Hellas Verona. Per lui pronto il ruolo che lascerà vacante Tony D’Amico.

L’assenza di ieri al campo di allenamento ha fatto certamente rumore (così come quella di Cellino). Ma Cellino ha voluto rilanciare attraverso una nota ufficiale:

Tengo a precisare che, in merito ad alcune notizie non corrette diffuse nella giornata di ieri e presenti anche oggi su alcuni quotidiani, Francesco Marroccu è nostro dipendente tesserato. Il suo rapporto con il Club verrà definito al momento giusto. In seguito all’eliminazione con il Monza e dunque alla mancata promozione, Marroccu si è preso dieci giorni di tempo e dunque non sono da prendere in considerazione, o dare per vere, altre notizie o versioni che non rappresentano la realtà”. 

Il contratto di Francesco Marroccu scadrà il 30 giugno prossimo. Non si esclude, rischiando, di arrivare a scadenza per un addio che pare oggi ovvio. Anche perchè c’è una stagione da preparare e un allenatore da scegliere.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy