BRESCIA, “GASTA” RIPARTE DAL 4-3-1-2 CON DUE BOCCIATURE!

621

Il Brescia riparte da Gastaldello, almeno per la gara contro la Cremonese. Ribaltone in casa biancoazzurra con l’addio dell’intero staff del tecnico uruguayano e del direttore sportivo e team manager Stefano Cordone.

Una presa di posizione forte del patron Massimo Cellino alla vigilia di una gara delicata come il derby contro la Cremonese. Fatale all’allenatore sudamericano il ko contro la Reggina. Per questa sfida spazio dunque a Daniele Gastaldello, passato in pochi mesi da capitano a membro degli staff tecnici di Delneri e Lopez.

Il traghettatore non rivoluzionerà il Brescia. Avanti con il 4-3-1-2. Due bocciature importanti nell’undici di partenza. Quelle di Martella e Zmrhal, al loro posto Verzeni e Spalek. In attacco l’unico dubbio: chi al fianco di Torregrossa? La bilancia pende a favore di Ayè ma Ragusa lo incalza forte del gol e della bella prestazione contro la Reggina.

L’obiettivo è salvare l’onore e dare un senso ad una stagione fin qui assai negativa. I tifosi chiedono una prova d’orgoglio per la maglia, una prestazione di carattere. Intanto Cellino pensa già al nuovo allenatore. In pole position Davide Dionigi, ancora legato all’Ascoli ma in procinto di essere il successore di Diego Lopez.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy