PASSIONE SPORTIVA: “F1, SUPERUOMINI CHE GUIDANO A 300 ALL’ORA”

484

Tornare a guardare un GP dopo un incidente grave come quello che ha toccato il pilota della scuderia Haas, Romain Grosjean, settimana scorsa è abbastanza complicato, le emozioni sono tante, ma di certo vedere il giovane talentuoso George Russell occupare il posto scoperto da Lewis Hamilton sulla monoposto targata Mercedes riporta la voglia di viversi la gara che si preannuncia, come poi sarà, piena di emozioni e sorprese.

La prima immagine divertente della serata è quella di Daniel Ricciardo a bordo pista che cerca la concentrazione ballando accucciato con la musica nelle cuffie; superuomini che guidano bolidi a oltre 300 all’ora fanno gesta da ragazzini. Quest’anno sono tanti i giovani poco più che ventenni e di belle speranze che si giocano le loro valide carte, dal ferrarista Charles Leclerc allo stesso Russell, a Max Verstappen che ha già dimostrato grande talento, a Pierre Gasly che ha vinto a Monza, senza dimenticare Lance Stroll e Lando Norris.

Questo sport è emozionante, ti lascia senza fiato ogni chilometro che passa. Non importa che scuderia tifi o a quale pilota sei affezionato, quando le monoposto sfrecciano colorando i circuiti di tutto il mondo le emozioni che ogni appassionato di questo sport prova sono molteplici; anche l’antagonismo tra i piloti, spesso dello stesso team, rende la visione delle corse appassionante e coinvolgente.

Il Gran Premio di Sakhir mi tiene in piedi davanti alla TV, tanto è bello, combattuto e pieno di sorprese; non avevo dubbi sulla classe di Russell frenato solo dalla sfortuna di una foratura.

Vince clamorosamente Sergio Pérez con anche la prima vittoria della Racing Point; pare assurdo che il messicano non abbia un team per il prossimo anno. Primo podio anche per il pilota della Renault Esteban Ocon, terzo posto per l’altra guida Racing Point, il canadese Lance Stroll.

Siamo agli sgoccioli, manca solo un Gran Premio alla fine del mondiale. Si affacciano alla porta i piloti che stanno per fare il loro esordio nella categoria maggiore dell’automobilismo. Il tedesco Mick Schumacher, figlio d’arte e proprio oggi vincente del mondiale Formula 2, subentrerà nel team Haas affiancato dall’altro giovane russo Nikita Mazepin. In orbita Formula 1 anche il nome del giapponese Yuki Tsunoda, attualmente senza conferme.

Daniela Franchi (15 anni)

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy