BRESCIA: IL DERBY NEL MOMENTO PEGGIORE DELLA STAGIONE

265

Il Brescia si appresta ad affrontare il derby con l’Atalanta nel momento peggiore della stagione. In quello che sarà il derby contro il Covid-19 in due città divise dalla fede calcistica ma unite nel dolore per la pandemia che ha cambiato per sempre la vita delle persone, si affronteranno due squadre con umore contrastanti. La lanciatissima Atalanta riceverà un Brescia quasi rassegnato all’idea di non riuscire più a mutare il corso degli eventi.

Brescia di Diego Lopez con il morale a terra: le due sconfitte consecutive contro Torino e Roma dopo la illusoria vittoria con il Verona ha distrutto quando di buono il derby del lago aveva creato attorno alla squadra, specialmente nel clima. Ora con la Serie B dietro l’angolo e una sfida proibitiva da giocare tutto appare più buio.

Similitudini ed assonanze sono evidenti con il derby dell’andata quando l’Atalanta umiliò l’allora undici di Fabio Grosso sotto il profilo del gioco, dell’entusiasmo e delle idee di calcio. Oggi come allora alla vigilia il Brescia si trova destinato a provare a dare un colpo di coda ad una stagione maledetta sperando di non fare proprio la fine del Brescia di Grosso all’andata.

Il gemellaggio nel periodo di lockdown lascerà spazio alla fede e alla voglia di prevalere, di vincere per tenere alta l’egemonia territoriale. Ma il Brescia che farà visita all’Atalanta è squadra dalle mille lacune, dalle numerose difficoltà di uomini, organico e gioco. Il derby arriva in un momento storico per le rondinelle, mai così destinate a volare in basso verso la Serie B.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy