BRESCIA: IL RIGAMONTI DEVE TORNARE TERRENO DI CONQUISTA

231

Per un Brescia capace di conquistare 22 punti dei 33 totali fuori casa c’è un Brescia che ne ha conseguiti solamente 11 tra le mura amiche dello stadio Rigamonti. Nelle ultime due gare disputate davanti al proprio pubblico, contro due pretenendi alla promozione diretta come Pisa e Monza, sono arrivate due sconfitte. Da quasi un mese non si vince più a Mompiano. L’ultimo successo porta la firma di Moreo contro il Pordenone fanalino di coda della cadetteria.

Domenica contro il Cittadella arriva l’occasione che Inzaghi e la squadra abdavano cercando. L’opportunità di sovvertire un trand non certo piacevole per una formazione che vuole continuare a recitare un ruolo da protagonista in stagione. Un Brescia pronto ad affrontare i veneti con la voglia di dominare la scena come accaduto nelle ultime gare a Parma e a Ferrara.

Per farlo servirà utilizzare la mentalità da trasferta trasferendola sul terreno amico e davanti al proprio pubblico. Un Brescia meno schiavo dell’ossessione di dover vincere a tutti i costi ma più libero mentalmente di esprimere le proprie qualità. Una squadra consapevole delle proprie forze al cospetto di un avversario sempre ostico come il Cittadella, squadra da sempre abituata a far soffrire le rondinelle

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy