BRESCIA: LA RETROCESSIONE FRUTTA 10 MILIONI

2.715

Il campionato di Serie A è da poco andato in archivio con i verdetti delle tre squadre retrocesse: si tratta di Brescia, Spal e Lecce. Per la squadra del patron Massimo Cellino l’intenzione è quella di ripartire grazie anche all’aiuto del paracadute. Si tratta una somma messa a disposizione delle società per rendere meno problematica una retrocessione e provare a ricostruire un progetto per tentare un’immediata risalita. La cifra può raggiungere un massimo di 60 milioni di euro: Brescia, Spal e Lecce dovranno dividersi 45 milioni di euro.

L’ammontare delle cifre è basato su tre fasce: A, B e C. Il Brescia rientra (come il Lecce) nella Fascia A, quella per le neopromosse tornate in Serie B dopo appena una stagione. L’ammontare per club è 10 milioni di euro.

Brescia e Lecce come detto avranno 10 milioni a testa mentre la Spal che è in Serie A dal 2017 e incasserà ben 25 milioni di euro. Si tratta di introiti molto importanti che mettono le tre squadre in cima sul fronte calciomercato con la possibilità di spendere molto ed acquistare calciatori di alto livello.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy