CORONAVIRUS: LOMBARDIA, NUOVE ZONE ROSSE? A RISCHIO LE PARTITE DEL BRESCIA

726

Non tutta l’intera Lombardia potrebbe essere dichiarata “zona rossa” per l’emergenza coronavirus ma gran parte di questa sì. Un’ipotesi che fa tremare i polsi vista la gravità della situazione con ricadute inevitabili anche sull’aspetto sportivo. A spiegarlo è stato il presidente dell’Isituto superiore della Sanità Silvio Brusaferro nel corso della conferenza stampa alla Protezione Civile.

“La Lombardia è un’area particolare, c’è un incremento particolare in aree più che in altre. La Regione ha sottoposto questo tipo di problematica e il comitato tecnico scientifico sta lavorando attentamente per capire se ci sono eventuali provvedimenti da adottare. Siamo in fase di analisi” .

L’analisi della situazione potrebbe arrivare a breve. Nel caso fosse dichiarata gran parte della Lombardia “zona rossa” a questo punto verrebbero messe seriamente in discussione tutte le gare del Brescia, sia in casa che in trasferta. Non sarebbe plausibile nemmeno lo svolgimento delle gare a porte chiuse.

Un provvedimento ovviamente che verrebbe esteso anche alle altre squadre di Serie A e B, non solo il Brescia. A rischio ci sarebbero anche le sfide in casa e fuori di Milan, Inter e Atalanta ma anche la Cremonese e la Feralpisalò e tutte le altre squadre professionistiche della Lombardia coinvolte nelle future “zone rosse”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy