CORSA, GRINTA E SOSTANZA: ECCO IL BRESCIA DI CLOTET

211

La prestazione di Venezia è di quelle da mettere in vetrina e specchiarsi ogni volta che hai il timore di non sapere chi sei. Dalla Laguna esce un Brescia rinfrancato nell’orgoglio e con il morale altissimo. Merito di una prestazione da 8 in pagella, per tutti.

Perchè la squadra vista all’opera contro una delle big del troneo cadetto non ha nulla da invidiare a chi sta lottando oggi per la promozione. Squadra attenta, accorta e agressiva al punto giusto tanto da mettere in difficoltà una squadra come il Venezia che in casa propria non aveva ancora perso.


Appassionato di moto, bici o running? Questa è la maglia tecnica sportiva a maniche corte XTECH perfetta per te!

E’ il Brescia di Pep Clotet. C’è tanto del timoniere spagnolo nella mentalità cambiata del gruppo guidato in campo dalla generosità di Dimitri Bisoli. Ad essere diverso è l’atteggiamento di squadra, di collaborazione tra i reaprti, di spirito e voglia di comandare il gioco e conquistare il successo.

Il merito di Clotet sta anche nel fatto di aver ridato valore a giocatori che sembravano persi. Bjarnason e Jagiello sono l’esempio, Ragusa è sulla buona strada. E poi c’è il rientro di Cistana ad aiutare, e non poco, nell’equilibrio di squadra in fasi di possesso e di non possesso palla.

Prerogative sulle quali si deve assolutamente continuare a lavorare. La vittoria di Venezia è solo una tappa del percorso che attende i biancazzurri verso l’obiettivo della salvezza.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy