DIONIGI NON CAMBIA: AD ASCOLI 3-4-1-2 E SI AGGRAPPA A DONARUMMA

71

Avanti con il 3-4-1-2 nonostante la volontà di Cellino di vedere un Brescia schierato a 4 difensori. Nella gara chiave per Davide Dionigi, in caso di ko possibile esonero in vista per l’ex di turno contro l’Ascoli, il tecnico emiliano propone in gran parte lo stesso Brescia visto in occasione della gara contro il Monza.

Due soli cambiamenti ed un timido ballottaggio. Torna in difesa Mateju. Il centrale ruba il posto a Chancellor mettendosi nel cuore della difesa. Assente contro il Monza Mateju tornerà titolare. Con lui Papetti e Mangraviti. L’altro grande cambiamento sarà sulla trequarti dove Spalek non ci sarà per squalifica. Al suo posto spazio al rientrante Jagiello come collante tra centrocampo e attacco.

Davanti conferma per Donnarumma anche se non al massimo della condizione. Fridjonnson non sta benissimo e Ayè è incalzato da Ragusa nell’unico dubbio di formazione. La speranza è che l’attacco si sblocchi dopo tre gare senza reti!

Per il resto tutto confermato in mediana con Van De Looi e Bisoli al centro, sugli esterni Martella e Karacic rispettivamente a sinistra e a destra dello schieramento. Gara fondamentale per Dionigi: anche il pareggio potrebbe non bastare a salvare la panchina.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy