GERMANI, PASSERELLA CON VITTORIA: 86-84 CONTRO PESARO

195

L’ultima passerella di questa stagione altalenante è stata una prova d’orgoglio per entrambe le squadre. Sia Brescia sia Pesaro, infatti, non avevano più nulla da perdere e con la salvezza ben stretta tra le mani, l’unica cosa da fare era chiudere in bellezza. I ragazzi di Buscaglia non si sono lasciati sfuggire l’occasione dando così modo alla società di partire da un buon risultato per costruire la prossima squadra.

Buscaglia dà fiducia a Giordano Bortolani e gli concede di finire la stagione nello starting five. Parte bene Brescia che proprio con Bortolani trova le prime triple della serata. Il 21enne è il protagonista assoluto del primo quarto grazie ad un’ottima prestazione sporcata solo da una palla persa. Pesaro gioca con un ottimo Justin Robinson che cerca di accorciare il divario sul 20 – 12 ma Tyler Kalinoski ha la mano calda e castiga il tentativo della VL. Il buon primo quarto della Germani le concede di chiuderlo avanti di 10 sul 26 – 16.

Scopri i sapori dei vini Noventa, gli unici vini derivati dal marmo.

Pesaro domina i primi minuti del secondo periodo grazie a Frantz Massenat e Paul Eboua. La VL arriva a meno 2 e Brescia sembra una squadra diversa da quella vista nel primo quarto. Dopo il primo time out chiamato da Buscaglia, Giordano Bortolani torna in campo e si fa sentire mettendo a segno una tripla che dà aria ai biancoblù. Dopo una brutta palla persa, Buscaglia è costretto al secondo time out dal quale Brian Sacchetti esce alla grande iscrivendosi alla partita con la sua prima tripla. Pesaro però ha ingranato, Marko Filipovity è inarrestabile e tiene i suoi incollati al risultato. Drell è l’autore del sorpasso e Massenat dell’allungo sul 42 – 47.

Justin Robinson allunga la distanza ma Bortolani tiene i pesaresi con i piedi per terra. Arrivano finalmente anche i primi punti di Kenny Chery e riporta la Germani a – 3 ma la palla persa numero 10 consente alla VL di tornare a + 8 grazie a Filloy. Moss e Kalinoski tengono aperto il risultato ma Brescia accusa le difficoltà tipiche dell’intera stagione. Sotto di 12, gli unici a rimanere in partita sembrano il veterano David Moss e il giovanissimo Giordano Bortolani. Brescia commette troppi errori e Pesaro è brava a sfruttarli e a rimanere avanti. Il terzo quarto si chiude 64 – 76.

Per 3 minuti Brescia non trova più il canestro e sul parquet regna la confusione. Alla fine Chery sblocca la Leonessa e riapre la partita con 5 punti consecutivi. Con un parziale di 11 a 0, Brescia tira fuori gli artigli e inizia la risalita. Burns e Sacchetti sono gli autori del pareggio sull’82 pari ma poi i biancoblù sprecano quattro chances di passare avanti. Pesaro sente la pressione e non segna più, Burns sigla il vantaggio di un possesso subito restituito da Robinson. Il finale è molto intenso: Robinson commette fallo e Chery mette a referto i due punti decisivi. 6 secondi alla fine, palla persa sulla rimessa, fallo di Kalinoski ma Messenat fa 0 su 2 ai liberi e la Germani chiude la stagione con il sorriso.

Di Camilla Galeri

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy