I BRESCIA 1911 RIMANGONO SENZA BIGLIETTI: SCATTA LA CONTESTAZIONE

7.048

Il Gruppo Brescia 1991 non ci sta e per l’ennesima volta alza la voce. Il gruppo guidato da Diego Piccinelli ha manifestato tutta la propria rabbia e frustrazione davanti alla sede del Brescia Calcio per il trattamento subito in corrispondenza della vendita dei tagliandi per la gara di venerdì tra Brescia e Milan.

In un comunicato il gruppo Brescia 1911 ha raccontato che dalla società erano giunte rassicurazioni nei giorni scorsi circa la possibilità d’acquisto di biglietti validi per il settore di Curva Sud senza la tessera del tifoso. Nella mattinata di mercoledì alcuni esponenti si erano presentati allo store con i soldi necessari, i documenti e i nominativi per acquistare i tagliandi.

Con loro grande stupore però hanno constatato che tutto il settore risultava esaurito e quindi senza la possibilità di poterli acquistare. Da qui la scelta di protestare sotto la sede nel tardo pomeriggio facendo valere le proprie ragioni.

Questo i comunicato diffuso:

CELLINO: CHIEDIMI SE SONO FELICE…

“Dopo che avevamo “prenotato” già sabato scorso uno spicchio del settore di Curva Sud riservato ai tifosi di casa senza tessera del tifoso; dopo che gli addetti alla vendita dei biglietti del Brescia Store ci avevano garantito ampia disponibilità; dopo aver portato una prima “corposa” lista di nomi già ieri mattina, quando cioè c’era ancora ampia disponibilità di posti, almeno in Curva Sud; dopo tutto questo, stamattina ci siamo presentati al Brescia Store con i soldi necessari a pagare per intero la prima tranche di biglietti e con una seconda lista altrettanto “corposa” di “ritardatari”, e ci è stato comunicato che nel frattempo tutti i biglietti a noi destinati erano stati venduti.

Morale della favola, a due giorni da una delle partite più sentite del campionato (per la classifica, per il rispetto reciproco fra le due tifoserie, per il semplice fatto che saremmo potuti entrare in un settore popolare di casa per la prima volta in questa dannata stagione!) ci ritroviamo nuovamente fuori dai giochi, e ancora una volta non per colpa nostra.

A questo punto, ci piacerebbe sapere chi dobbiamo ringraziare per questo trattamento, anche se una vaga idea noi ce l’abbiamo

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy