IL 10° CAMUNIA RALLY ACCENDE I MOTORI

107

181 ISCRITTI ALLA CORSA BRESCIANA, DOMENICA GRAN FINALE CON IL CONCERTO DI OMAR PEDRINI

Tutto pronto per la 10° edizione del Camunia Rally. La corsa motoristica della Val Camonica è pronta ad accendere i motori. Record di iscritti per il decennale del rally partito come rally-day e diventato parte integrante del Trofeo Rally Zona 3. Alla manifestazione, organizzata dalla New Turbomark in collaborazione con la comunità montana, prenderanno parte 181 equipaggi. Un rally sentito e partecipato pronto ad illuminare la scena sabato 23 e domenica 24 marzo. 70 i km cronometrati da percorrere suddivisi in 6 Prove Speciali molte delle quali riporteranno alla luce, nella mente e nei ricordi degli appassionati, le grandi sfide per il Rally 1000 Miglia essendo alcuni tratti d’asfalto sedi storiche delle prove del rally della corsa della freccia rossa. Astrio, Val Palot e Montecampione le tre prove da percorrere due volte ciascuna con partenza e arrivo a Breno. Novità importante il paddock assistenza e la direzione gara inseriti nei 5000 metri quadrati del complesso del centro congressi di Darfo Boario dove domenica sera si esibirà Omar Pedrini a chiusura della kermesse.

I vincitori delle ultime due edizioni- Luca Bottarelli ed Andrea Nucita- sono stati grandi protagonisti sulle strade tricolori del Ciocco solo pochi giorni fa e per questo non saranno della partita.  La palla del favorito torna dunque nelle mani di Ilario Bondioni che il Camunia lo ha vinto per quattro volte consecutive tra il 2017 ed il 2021 di cui due con Maria Panteghini, la stessa navigatrice che lo affiancherà nella presente edizione. Il pilota di Bienno avrà però sicuramente filo da torcere con numerosi rivali pronti a dire la loro. In primis il pluricampione sloveno Rok Turk che con il numero uno sulle portiere, utilizzerà una Hyundai i20N, unica vettura non Skoda tra le auto presenti in Rally2. Poi da Mirko Zanardini, pistaiolo e polivalente driver di Costa Volpino che punta a fare bene. Nel gruppo dei bresciani figurano anche Mirko Farea, Alberto Dall’Era, “Obi” Guerra, Flavio Brega o Pablo Biolghini ma altre insidie arriveranno da fuori provincia visto che l’ossolano Davide Caffoni è un altro di quelli che non ama arrivare secondo. Attenzione poi alla Citroen Wrc di Mirko Puricelli, possibile outsider.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy