IL BRESCIA CALCIO PUNTA SU EUGENIO BIANCHINI

325

IL DIRETTORE SPORTIVO COMPIE IL GRANDE SALTO DAI DILETTANTI AL PROFESSIONISMO

La notizia è ormai ufficiale da giorni. Noi di Bresciasport.net ci siamo presi qualche giorno per capire e elaborare quello che finalmente sembra essere un cambio significativo nel Settore Giovanile del Brescia Calcio. Il serbatoio di giovani leve della Prima Squadra ha un nuovo timoniere: Eugenio Bianchini. Si tratta di una persona conosciuta, stimata e considerata nel panorama calcistico a livello provinciale e regionale.

Dopo un lungo trascorso come buon difensore di numerose formazioni dilettantistiche portate a raggiungere importanti traguardi, Bianchini ha mantenuto la sua fede per la dea del pallone cimentandosi nel ruolo di direttore sportivo. Anche in questo caso non sono mancati i successi e le soddisfazioni personali. A Eugenio Bianchini va dato merito di aver presieduto il direttivo dei direttori sportivi provinciali facendolo diventare un movimento all’avanguardia e al passo con i tempi. Il suo stile ed il suo modo di fare sono stati scuola per molti giovani dirigenti che ora operano stabilmente nel mondo del calcio bresciano.
La chiamata al Brescia Calcio ed il salto nei professionisti era solo questione di tempo. Il suo nome era circolato nell’immediata partenza di Chirstian Botturi, punto di riferimento assoluto del progetto delle giovanili anche a distanza di tanti anni. Difficile emulare le gesta del dirigente bresciano che ha portato ai playoff promozione la Pro Sesto e ora sogna il salto in Serie B con il Mantova di Davide Possanzini. Ma la missione di Eugenio Bianchini è proprio questa: raccogliere lo scettro di Botturi, quello che in molti non hanno saputo cogliere, e ricostrutire una identità del Settore Giovanile delle rondinelle.

Dopo Botturi, purtroppo, è passato il “nulla”: quello della Storia Infinita per intenderci. Chi dopo Botturi ha guidato il Settore Giovanile non si è rivelato all’altezza, inutile gurarci intorno. Le speranze risiedono nelle capacità gestionali e calcistiche di Eugenio Bianchini fortemente voluto dal direttore sportivo Renzo Castagnini. A Bianchini spetterà il difficile compito di amalgamare gruppi e squadre dovendo far fronte allo svincolo di numerosi giovani calciatori. A Bianchini spetterà il compito di scegliere i giusti allenatori, non solo quelli che portano i risultati ma fanno cescere l’intero movimento.

Il lavoro da fare è tanto: Bianchini ha iniziato con 6-7 ore al campo di allenamento per ambientarsi e imparare i primi meccanismi. Un grande salto come grande opportunità per “Genio” pronto a buttarsi anima e corpo in quello che sarà un compito davvero non facile complice anche la volontà, concreta, del presidente Massimo Cellino di ridurre le squadre del Settore Giovanile alle sole Under cancellando, con un colpo di spugna l’Academy. In bocca al lupo al nuovo responsabile.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy