IL BRESCIA SI AGGRAPPA AL SUO POKER D’ASSI

304

Il successo bel derby contro il Verona per 2-0 ha riacceso la speranza salvezza in casa Brescia. La vittoria nel derby ha alcuni protagonisti, giocatori che più di ogni altro incarnano lo spirito richiesto dalla città e dai tifosi.

Si va dal sempre più decisivo Jesse Joronen alla grinta e alla determinazione di un superlativo Ernesto Torregrossa passando per la verve sottoporta ritrovata di Alfredo Donnarumma (3 gol in 4 partite) arrivando alle qualità di Andrea Papetti.

La grinta di questo poker d’assi, la voglia dei magnifici quattro di non mollare mai sono la speranza alla quale ci si aggrappa per tenere vivo il sogno salvezza. Il Genoa rimane distante sei lunghezze ma alle viste, mercoledì, c’è uno scontro diretto con il Torino.

Già il non essere più ultimi ha ulteriormente innalzato il morale di una squadra che ora deve ricaricare le batterie perchè quella di mercoledì è altra gara determinante e da vincere. Diego Lopez e Massimo Cellino lo sanno bene ma ora sono più consapevoli, come i tifosi, di avere un gruppo o gran parte di questo che rema dalla stessa parte verso la ricerca di una salvezza apparentemente e fino a ieri insperata. Una squadra guidata dal pocker d’assi.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy