ILLUZZI, UNA SCIAGURA! 4 RIGORI NEGATI E UN GOL ANNULLATO

487

Che non sia stata la miglior serata del Brescia questo è innegabile. La vittoria del Vicenza è sacrosanta alla luce della brutta prestazione offerta dalle rondinelle contro i veneti di Di Carlo. Eppure il grande protagonista della serata fredda del Rigamonti è stato l‘arbitro Illuzzi di Molfetta.

Il fischietto pugliese si è reso protagonista, con la sua terna, di alcuni episodi clamorosi a sfavore del Brescia che hanno poi sancito il rotondo risultato del Vicenza a Mompiano. 4 rigori non fischiati e un gol clamorosamente annullato a Torregrossa sono da bollare come il peggior arbitro visto all’opera contro i biancazzurri.

Probabilmente nulla sarebbe cambiato dal punto di vista del ko ma un 3-0 è pesante. Questi episodi avrebbero dato una dimensione diversa alla sconfitta e forse avrebbero cambiato le sorti della partita….

Con il senno del poi è facile giudicare ma è altrettanto impossibile non vedere il vistoso tocco di mano di Cappelletti su cross di Bisoli, Oppure altrettanto dura non vedere la trattenuta di Pasini ai danni di Donnarumma in area di rigore.

Bastasse questo…. Bisoli viene atterrato in area di rigore: penalty solare? Macchè…tutto regolare. Per finire con il capolavoro: due gravissimi errori in un unica azione. Sul tiro di Spalek, Cinelli si oppone con braccio aperto fermando la traiettoria della palla! Nessun fischio.

L’azione prosegue e Torregrossa, in posizione nettamente regolare, mette in rete il gol del 3-1. Ma l’arbitro, richiamato dall’assistente di linea con la bandierina alzata, annulla per fuorigioco!

Basta così, altrimenti ci viene ancora il sangue cattivo! La speranza è che la legge della compensazione aiuti il Brescia nelle gare future, che Illuzzi ottenga una visita oculistica e che l’Aia possa stare più attenta con il Brescia, non certo fortunato con gli arbitraggi in questa stagione.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy