MOTOESTATE, VARANO: LA FAMIGLIA CRISTINI SULLE MONTAGNE RUSSE

62

Il Trofeo Motoestate manda in archivio il primo weekend di gare. Dal circuito di Varano de Melegari la famiglia Cristini esce con un’altalena di emozioni. Il tracciato parmense ha lasciato l’amaro in bocca a papà Paolo Cristini. L’alfiere del team NTR Racing Team non è riscuto ad andare oltre l’8° posto nella 1000 Open al termine di una prova ricca di difficoltà legate al feeling con la moto. Di contro nel box e in famiglia c’è il sorriso e la felicità del figlio Matteo giunto quinto all’esordio nella Race Attack 600.

Purtroppo non è stato il weekend che desideravo e volevo -Le parole di Cristini-. Il risultato raggiunto non è soddisfacente per le ambizioni mie e del team. In questa prima gara abbiamo apportato delle modifiche ma non si sono rivelate funzionali. Ho faticato a prendere il ritmo. Ammetto: guidare così è tanto complicato. Per puntare ad avere un feeling migliore con la moto ho optato per tornare all’utiluzzando del “gommino” (la gomma più piccola) rispetto al “gommone” (quella usata nella nostra categoria). Ma non c’è stato nulla da fare. È frustrante non riuscire a guidare come vorrei! Io mi sto mettendo in gioco in tutto e per tutto e non mollo di fronte alle diffcioltà del momento: sono convinto che troveremo la soluzione, sono uno che non molla. Abbiamo in programma un test a breve per capire quale sarà la strada da intraprendere.

Paolo si è consolato vedendo gli ottimi risultati raggiunti dal figlio Matteo: “Sono contento per mio figlio: è andato molto forte. Ha fatto un bellissimo percorso. Nelle prove aveva addirittura il terzo tempo finendo poi quinto in gara. È stato molto bello vedere la sua crescitanel weekend. Lo abbiamo tenuto calmo e tutto è andato alla grande! Merita un bravo”.

Raccoglie i complimenti e li accetta di buon grado Matteo Cristini. Il papà primo tifoso ha sottolineato a dovere la bellissima prestazione offerta a Varano all’esordio nella nuova categoria. Matteo ha conquistato due volte la quinta posizione nella classe 300. Un inizio davvero niente male!

“Meglio di così non potevo iniziare la stagione! Due quinti posti, se ci penso non mi sembra vero. L’inizio è stato un pochino complicato ma poi, messo la gomma nuova e apportato due o tre modifiche alla moto, abbiamo svoltato. Turno dopo turno ho incrementato il feeling, sono cresciuto in fiducia e tutto è andato per il meglio”.

Il weekend di Matteo Cristini è stato un crescendo di emozioni. “Abbiamo avuto un po’ di problemi in qualifica con i caldo, le gomme scivolavano un troppo. Ma nel secondo turno, alle 9 di mattina appena sveglio, sono salito in moto, ho dato gas e ho abbassato di 5 decimi il tempo!”.

Esordio da ricordare dunque nella nuova categoria: “E’ stato importante partire bene in questa nuova categoria. Mi sono subito adattato alla tipologia di classe e agli avversari. E’ molto bello e stimolante confrontarsi con piloti di questo calibro. Ma quella di Varano è solo la prima tappa, ora vogliamo lavorare sodo per crescere”.

In ultima battuta Matteo regala un pensiero per papà Paolo: “Non deve mollare, nella maniera più assoluta! Siamo solo all’inizio della stagione e la strada da fare è ancora tanta. Lui è un pilota che ha sempre dimostrato di andare forte, in grado di uscire dalle situazioni più complicate. Anche questa volta sono sicuro sarà così! Deve liberare la testa e dare gas….”

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy