MOURINHO ALLA ROMA E QUELL’SMS A PERINETTI

561

In questi giorni non si fa che parlare dell’arrivo di Jose Mourinho alla Roma. Giorgio Perinetti ha raccontato al giornalista Paolo Bargiggia un inedito retroscena sull’arrivo dello “Special One” nella Capitale.

“Quel segno premonitore di un Mourinho pronto a tornare in Italia arriva sul telefonino di Giorgio Perinetti, il giorno 21 aprile: “ciao grande amico mio, come stai? Tutto bene?” scrive Mourinho all’attuale diesse del Brescia.

I due si conoscono dai tempi in cui il portoghese allenava l’Inter e l’esperto dirigente allora era al Bari. Il rapporto poi si è sempre mantenuto vivo anche attraverso una curiosa coincidenza: il giorno del festeggiamento dello scudetto con l’Inter a Siena, Perinetti era presente perché da lì a poco sarebbe diventato il nuovo diesse del club toscano.

Lui e Mourinho si incontrarono prima del match negli spogliatoi e il portoghese gli raccontò con gli occhi lucidi che stava per affrontare una nuova avventura a Madrid. Da allora, i contatti costanti, Mourinho che invita Perinetti a Madrid e i classici auguri per le feste comandate. Solo che, con il senno di poi, quel messaggio improvviso e un po’ sorprendente all’amico Giorgio solo due giorni dopo l’esonero dal Totthenam, suona quasi beffardo tanto era premonitore ad essere riusciti a leggerlo”.

Anche perché, per consolare il portoghese, Perinetti gli scrive: “Josè mi spiace per l’esonero ma sono sicuro che troverai presto squadra…”. Non passano cinque minuti e il nuovo tecnico della Roma gli risponde sicuro: “certo che si amico!”.

Scopri i sapori dei vini Noventa, gli unici vini derivati dal marmo.

A raccontarlo oggi Perinetti è quasi incredulo. “Incredibile, avevo intuito che potesse esserci qualcosa in ottica Italia ma non pensavo così presto e tantomeno alla Roma. In verità, per un attimo avevo pensato al Napoli perché il giorno prima, in Spagna avevano scritto di questa ipotesi”, racconta il direttore. Incredibile pensare adesso a bocce ferme a quanto in fretta abbia fatto Mourinho a trovarsi una squadra. Evidentemente, passate nemmeno 24 ore dall’esonero del Totthenam aveva già ricevuto dei segnali dalla Roma”.

L’intermediazione per il club giallorosso l’hanno fatta due italiani che gravitano su Londra: Brusardon e Trimboli. Fa specie vedere con quanta rapidità il portoghese continui a trovare club che gli danno fiducia nonostante gli esoneri e gli insuccessi degli ultimi tempi; mentre alcuni suoi colleghi come Massimiliano Allegri o lo stesso Sarri (che aveva trattato anche lui con la Roma) fanno una fatica tremenda a ripartire. A pubbliche relazioni, Mourinho è ancora un passo avanti a tutti”.

Da Areanapoli.it

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy