RISSA TRA GENITORI AD UNA PARTITA GIOVANILE: INTERVENGONO I CARABINIERI

215

Ha davvero dell’incredibile quanto successo in occasione di una gara di pallavolo femminile, categoria Under 18, tra Millenium e Promoball. Una partita sportivamente importante a mettere a confronto due realtà pronte a giocarsi l’accesso alla finale provinciale. La tensione in campo per la posta in palio si è trasferita sugli spalti dove dalle scaramucce tra genitori si è passati alle mani.

L’esatta ricostruzione dei fatti è al vaglio della compagnia dei carabinieri di Chiari chiamati sul posto per sedare gli animi. Dai primi accertamenti risulta uno scontro fisico avvenuto sugli spalti tra due genitori delle opposte squadre.

Un tifoso della Promaball, papà di una delle ragazze presenti sul rettangolo di gioco, all’ennesimo battibecco con il padre di una giocatrice della Millenium, lo avrebbe aggredito colpendolo alla testa con un megafono. Per prestare i primi soccorsi la gara è stata immediatamente interrota. Sul posto è giunta un’ambulanza e i carabinieri.

L’uomo è stato portato in ospedale dove gli sono state refertate contusioni guaribili in 15 giorni. La partita è poi ripresa a porche chiuse ma la macchia è rimasta. Immediata la reazione della Promoball che attraverso un comunicato si è dissociata condannando la violenza vista al palazzetto.

In serata il comunicato anche della Millenium:

“La società è in attesa che gli organi competenti prendano provvedimenti nei confronti di un atto di violenza inaudita e ingiustificata, che nulla ha a che fare con il sano confronto delle partite di pallavolo. Volley Millenium condanna da sempre ogni forma di violenza, fisica e verbale, in particolare in occasione degli incontri sportivi giovanili, che dovrebbero essere occasione di divertimento e portatori di valori positivi. La società Promoball VBF si è dissociata immediatamente dal comportamento del proprio tifoso e ha espresso la propria vicinanza alla parte lesa. La prognosi di Marzio, ricoverato nella serata di ieri, è di 15 giorni. A lui vanno gli auguri per un pronto rientro”

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy