SERIE B FEMMINILE: BRESCIA-VICENZA 2-2

39

OSPITALETTO, 24 GENNAIO 2021 – Sesto pareggio stagionale in Serie B per il Brescia Calcio Femminile, che sul campo di Ospitaletto è costretto al 2-2 dal Vicenza nella prima giornata del girone di ritorno. In vantaggio per due volte grazie alla doppietta di Luana Merli (che raggiunge le sette marcature in campionato), le biancoblu sono state rimontate prima dal rigore realizzato da Basso, poi dal colpo di testa nella ripresa di Kastrati. Un punto che tuttavia muove la classifica e che lascia il Brescia a metà graduatoria; da segnalare l’ottimo esordio dal primo minuto dell’attaccante classe 2003 Valentina Colombo e di Aurora Gilardi (classe 2004) fra i pali.

LA GARA – Mister Simone Bragantini schiera il Brescia con il 3-5-2: in porta Gilardi; difesa composta da Brevi, Locatelli e Galbiati; mediana con Parsani e Assoni sulle fasce e in mezzo Ghisi, Magri e Cristina Merli; attacco formato da Luana Merli e Colombo. Arbitra il signor Gresia della sezione di Piacenza.
Le prime battute di gara vedono un Vicenza più veloce a prendere le misure in campo e manovrare con più scioltezza, ma alla prima occasione utile il Brescia passa in vantaggio: Luana Merli approfitta di un retropassaggio corto della difesa ospite, salta Bianchi in uscita e deposita in rete. Ancora l’attaccante biancoblu protagonista al 14′: si gira in area e cerca il primo palo col sinistro, pallone fuori di poco. Un minuto dopo risponde il Vicenza in contropiede con Dal Bianco che non angola col sinistro, para Gilardi. Al 17′ calcio di rigore fischiato al Vicenza per un fallo su Ferrati in mischia: dal dischetto Basso non sbaglia. Al 19′ Vicenza pericoloso con Basso che ruba palla a Locatelli: il suo suggerimento in mezzo è bloccato da Galbiati che sventa la minaccia. Al 31′ ancora Luana Merli protagonista: raccoglie il cross di Parsani e cerca la conclusione col destro, sporcata da un difensore e parata da Bianchi. Ma è il preludio al raddoppio delle Leonesse: al 37′ Luana Merli firma la doppietta personale dopo aver raccolto un lancio dalle retrovie, bruciato sullo scatto l’avversaria diretta e trafitto Bianchi col destro. La miglior marcatrice del Brescia è in giornata, e al 39′ va vicina alla tripletta, ma manca di un soffio l’appuntamento col pallone sul lancio di Magri. In chiusura di prima frazione di gioco ci prova Ghisi dal limite, ma il pallone è largo.
In avvio di ripresa, dopo pochi secondi, ancora Luana Merli lanciata in profondità: la sua conclusione col destro è respinta coi piedi da Bianchi. Al 12′ il pareggio del Vicenza: Kastrati sovrasta Parsani su un cross dalla destra e infila l’angolino lontano. Le Leonesse accusano momentaneamente il colpo e il Vicenza va vicinissimo al sorpasso ancora con Kastrati che incrocia la conclusione: ma è straordinario il riflesso di Gilardi che con una mano dice di no. Risponde il Brescia al 19′ con la conclusione di Cristina Merli che coglie la faccia superiore della traversa dopo essersi liberata in mischia. Al 26′ ci prova Yeboaa, facile parata di Gilardi. Nel recupero, Vicenza ancora pericoloso con l’iniziativa personale di Broccoli, ma la sua conclusione è bloccata con sicurezza da Gilardi. Al 49′ ci prova Luana Merli dalla distanza, pallone largo. Sul ribaltamento di fronte, ancora una gran parata in tuffo di Gilardi sulla conclusione dalla distanza di Cattuzzo.
Finisce così, con un 2-2 al termine di una partita combattuta che conferma il grande equilibrio che ha sempre regnato fra queste due squadre: è infatti il quinto pareggio nelle sei sfide disputate da dicembre 2019 ad oggi, con l’unica vittoria del Brescia nel quarto di finale della scorsa edizione della Coppa Italia di Serie C. Tra sette giorni Leonesse di scena a Roma per il recupero dell’ottava giornata.

LE INTERVISTE – Questa l’analisi di mister Simone Bragantini: «E’ stata una partita nella quale hanno giocato due squadre a viso aperto, con occasioni da entrambe le parti. Ho visto due squadre che hanno cercato tanto la verticalità. C’è chiaramente un po’ di rammarico perché siamo andate in vantaggio due volte, però le ragazze oggi hanno messo in campo quello che potevano dare, hanno provato fino alla fine a portare a casa i tre punti. E’ stata una partita equilibrata, come abbiamo visto sempre in queste tante sfide contro di loro, perché ritengo che siamo due squadre con valori simili, però il rammarico deriva dal fatto che nelle ultime due partite siamo state sempre rimontate per qualche piccola sbavatura sulle quali dovremo lavorare». Nella ripresa, subìto il gol del 2-2 la squadra è sembrata calare dal punto di vista dell’intensità: «Non credo che sia stato un discorso di condizione, quanto di situazioni di gioco. Nel senso che sia noi che loro ci siamo allungati molto sul campo e quindi poi diventava difficile fare gioco: al di là del fatto che in tutta la partita non ho mai contato forse più di quattro passaggi consecutivi quindi è stata una gara molto spezzettata dal punto di vista della manovra. E in queste situazioni qui può succedere che facciamo fatica perché siamo una squadra che per natura cerca il fraseggio e il ritmo. E comunque negli ultimi minuti, come baricentro, mi è sembrato che si fosse più nella metà campo del Vicenza che nella nostra». Sulla prova molto positiva di Valentina Colombo: «Lei è un mesetto abbondante che è con noi, è una 2003 e questo non dobbiamo dimenticarlo, e in allenamento sta facendo sempre molto bene. Sono state brave le compagne ad aiutarla fin dal riscaldamento nel farla sentire tranquilla e partecipe perché sicuramente un po’ di emozione per il debutto da titolare l’avrà provata; poi è chiaro che non possiamo pensare che abbia la maturità di altre colleghe. Deve continuare su questa strada a lavorare sodo e crescere». Ora due trasferte contro Roma e Perugia: «Per noi l’obiettivo è fare sempre punti. Ora ne abbiamo 18, ne mancano 12 per arrivare a quella quota di 30 che credo sia necessaria da raggiungere per conquistare la salvezza. Poi affronteremo due squadre che stanno facendo bene e che stanno facendo punti ultimamente. Da stasera pensiamo alla Roma, poi da domenica sera prossima penseremo al Perugia. Noi dobbiamo continuare così, non dobbiamo disunirci e lavorare sodo. Perché i risultati sono il frutto di come si lavora, come nella scorsa stagione. Dobbiamo lavorare per far venir fuori quel pizzico in più, rimanendo unite».
Doppietta e sette gol in campionato per Luana Merli: «Non sono contenta per il risultato, dovevamo portarla a casa oggi. A parte i gol, non siamo riuscite a fare gioco. C’era tanta frenesia e cercavamo troppo il lancio in profondità». Sull’approccio alla gara poco incisivo: «Sinceramente non lo so. Nei primi venti minuti abbiamo fatto tanta fatica nel giocare palloni puliti, poi i gol sono arrivati ma il Vicenza è stato bravo a rimontarci due volte». Ora due trasferte nelle quali bisogna cercare di fare bottino pieno: «Sicuramente. Sia oggi che la scorsa settimana non siamo riuscite a sfruttare anche i risultati delle altre squadre, vincendo ci avrebbero permesso di fare un bel salto in classifica. Ora dobbiamo lavorare duro per fare sei punti nelle prossime due partite, non accettiamo alternative».
Esordio dal primo minuto per Valentina Colombo: «E’ stato molto emozionante giocare titolare oggi. Peccato per il risultato che non ci lascia soddisfatte, ci abbiamo provato fino all’ultimo». Sulla partita: «Abbiamo lottato tutte, dando il massimo. Il campo non era nelle migliori condizioni e questo un po’ ci ha sfavorite perché siamo una squadra che vuole giocare la palla a terra. Ci abbiamo provato, peccato. Ci è mancato il guizzo per portarla a casa». Per Valentina un paio di “mezze” occasioni per segnare, magari con un po’ più di sfrontatezza ci sarebbe scappato anche il gol soprattutto su una palla che poteva essere girata in porta in rovesciata: «Eh, non sono una da acrobazie. Lì per lì ci avevo pensato però era difficile». Ora trasferte a Roma e Perugia per ritrovare i tre punti che mancano da qualche settimana: «Assolutamente. Aspettiamo questa partita con la Roma da tanto tempo e sicuramente faremo di tutto per portare a casa i tre punti».

Brescia-Vicenza 2-2
Brescia
 Gilardi, Brevi (24′ st Viscardi), Locatelli, Galbiati, Parsani (33′ st Barcella), Ghisi (40′ st Brayda), Magri, Cristina Merli, Assoni (24′ st Previtali), Luana Merli, Colombo (33′ st Ronca). (Cogoli, Verzeletti, Massussi, Martino). Allenatore Bragantini
Vicenza Bianchi, Menon, Sossella (35′ st Fasoli), Yeboaa (35′ st Broccoli), Basso (18′ st Piovani), Kastrati, Dal Bianco (27′ st Cattuzzo), Ferrati, La Rocca, Galvan, Maddalena (1′ st Missiaggia). (Dalla Via, Bauce, Frighetto, Bonzi). Allenatore Dori
Arbitro Gresia di Piacenza
Reti pt 8′ Luana Merli, 17′ Basso rigore, 37′ Luana Merli; st 12′ Kastrati
Note Calci d’angolo 5-4. Recupero pt 1′, st 5′

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy