BRESCIA, CELLINO RIMANE IN SELLA. NESSUN SEGNO DI CEDIMENTO

0

Nelle ultime ore sono circolate numerose notizie riguardanti il futuro di Massimo Cellino alla guida del Brescia Calcio. Si è parlato di un addio praticamente imminente dell’imprenditore sardo con tre possibili cordate pronte a giocarsi la poltrona presidenziale. Ad oggi nulla di tutto questo sembra profilarsi all’orizzonte.

I motovi di un castello di carta pronto a crollare al primo soffio di vento sulle cordate interessate alla successione di Massimo Cellino sono raccontate nei fatti: gli australiani sono desaparecido dopo gli abboccamenti per la questione stadio poi naufragata, Giuseppe Pasini è saldamente a capo della Feralpisalò e immerso nel progetto di crescita del calcio salodiano, altresì fresco di nomina a consigliere FIGC della Lega Pro mentre Tommaso Ghiradi (la voce più vera delle tre) deve ancora risolvere i suoi problemi in merito al fallimento del Parma. L’ex presidente dei ducali è inibito fino a Settembre 2021

A questo si aggiungono alcun aspetti non di poco conto. Il primo è l’accelerata per la realizzazione dei nuovi spazi all’interno del Centro Sportivo di Torbole Casaglia con l’ampliamento dei terreni di gioco (2 nuovi campi sintetici) e la realizzazione della club house con hotel, ristorante e sale congressi. Trattasi dunque in un investimento di Cellino….

Da non sottovalutare anche la reazione avuta dal patron biancazzurro nel derby quando è sceso a bordo campo (esagerando) per sostenere la squadra e intervenire nelle decisioni tecnico-tattiche. Anche questo appare ai più come un segnale di interesse non di allontanamento.

Per concludere ci sono amici e conoscenti che Cellino ha disseminato nell’intera provincia i quali sostengono la tesi di un presidente certamente rabbuiato e preoccupato per l’andamento della stagione sportiva ma non certo rassegnato a mollare tutto andandosene.

Di certo c’è un filone giudiziario che mina in maniera importante la serenità dell’imprenditore sardo ma al momento non c’è nessuna intenzione di abbandonare la nave biancazzurra, poi chissà…ma per ora resta in sella.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy