BRESCIA: PRENDE CORPO L’IDEA GASTALDELLO ALLENATORE

684

La stagione appena andata agli archivi ha lasciato un conto salato da pagare, quello dei tre contratti in essere di Luigi Delneri, Diego Lopez e Davide Dionigi in scadenza a giugno 2022. Tre stipendi a pesare sulle casse societarie e a minare la serenità di Cellino nella scelta del successore di Clotet. Quella in via Solferino sono giornate frenetiche per il patron, trascorse per lo più attorno ad un tavolo a dialogare con Roberto Gemmi e Christian Botturi in cerca del candidato ideale.

Nella mancanza di volontà di Massimo Cellino di spendere altro denaro per un nuovo allenatore prende sempre più corpo l’idea di una soluzione interna: la promozione di Daniele Gastaldello. L’ex capitano del Brescia ha vissuto una stagione da vice allenatore dimostrando di saperci fare soprattutto nelle difficoltà.

Desideri portare ovunque la tua passione? Lasciati conquistare dalla nuova felpa del tifoso bresciano. Dedicata a tutti i supporter della Leonessa d’Italia.

A lui Cellino si è affidato, nel momento del bisogno, chiedendogli di traghettare la squadra fuori dalle sabbie mobili. Punto di riferimento del gruppo, uomo di fiducia del presidente, Gastaldello ha guidato il Brescia da primo allenatore contro Cremonese e Cittadella mettendo in bacheca due punti. Attualmente iscritto a Coverciano per conseguire il patentino Uefa A, l’aspirante tecnico padovano sogna la grande chance.

L’intoppo c’è ed è di natura regolamentare: Gastaldello non potrebbe allenare da solo una prima squadra. Per farlo avrebbe bisogno di un tutor, una seconda guida ad affiancarlo. Le soluzioni al vaglio sono al momento due ma non si escludono sorprese.

Si parla di un clamoroso ritorno di Luigi Delneri nell’ormai famigerato ruolo di direttore tecnico o l’affiancamento di Francesco Modesto attuale allenatore della Pro Vercelli eliminata dal Sudtirol nei playoff di Serie C per differenza reti. Nell’ipotetico staff tecnico a disposizione di Daniele Gastaldello troveranno sicuramente posto il confermatissimo preparatore atletico Fabio Artico e il preparatore dei portieri Alessandro Vitrani. Addio sicuro invece per Komatsuzaki Hiroshi detto Hiro: il match match analyst giapponese tornerà a lavorare con Davide Dionigi.

Fonte Bresciaoggi

Scopri i sapori dei vini Noventa, gli unici vini derivati dal marmo.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy