GASTALDELLO GUIDA LA RINASCITA DEL BRESCIA CHIAMATO ALLA VITTORIA

251

Il Brescia si prepara ad affrontare il Cittadella con l’ennesimo ribaltone in panchina. Esonerato Dionigi a tre giorni dal match contro i veneti, dentro Gastaldello in coppia con Pep Clotet (ufficiale) ma in panchina da Lecce a quanto pare. In campo scenderà un Brescia diverso, tornato al 4-3-1-2 come Cellino ha richiesto.

Tra i titolari si rivede Alfredo Donnarumma posizionato nel cuore dell’attacco al fianco di Floryan Ayè. Allo loro spalle rientra dalla qualifica e gioca sulla trequarti Nikolas Spalek. In mediana scala Jagiello nel ruolo di mezz’ala sinistra con Bisoli sulla destra. Conferma per Van de Looi mediano.

Novità in difesa dove dovrebbe esserci l’esordio di Pajac sulla mancina. Si tratta di uno dei quattro nuovi innesti del mercato di gennaio. A destra giocherà Karacic l’altro acquisto del mercato di riparazione. In mezzo alla difesa Mateju e Papetti vincono i rispettivi ballottaggi con Chancellor e Mangraviti.

Per Gastaldello si tratta della seconda chance da allenatore: dopo il pareggio di Cremona con la Cremonese quello che sarà il vice di Clotet vuole lasciare un segno sulla stagione invertendo la tendenza di quattro sconfitte consecutive. Clima apparentemente sereno nonostante il cambio di allenatore. La squadra sembra voler reagire ad una situazione, l’ennesima stagionale, di caos. Più teso uil clima all’esterno della squadra dopo la contestazione in settimana del gruppo Curva Nord Brescia al presidente Cellino.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy