POSSANZINI: “SONO TORNATO A BRESCIA PER STARE CON LA FAMIGLIA”

270

Una fascia di capitano al braccio portata con grande onore e rispetto. Gol, giocate da grande giocatore ed una promozione con Iachini in panchina e Caracciolo al proprio fianco rimasta negli annali. Davide Possanzini, oggi secondo di Roberto De Zerbi al Sassuolo, ha deciso di tornare a Brescia in questi giorni di quarantena obbligata per stare vicino alla famiglia. Lo ha rivelato in una videochat con Ambra Angiolini e Andrea Pirlo.

“Ho deciso di tornare a casa prima delle restrizioni per poter stare in questo periodo vicino alla famiglia. Sono a Brescia e soffro con tutta la gente di questa terra. Ma sono convinto che ce la faremo!”.

Approfittando della presenza di Andrea Pirlo, compagno di squadra di Possanzini nell’anno alla Reggina “Re David” ha scherzato con lui:

“Questa quarantena sarebbe stata meglio farla a Reggio Calabria! Con Pirlo ci siamo conosciuti nel 1999 a Reggio. Andrea fece beneficenza anche in quel caso. Ricordo del suo arrivo, era come fosse arrivato il Papa. insieme abbiamo raggiunto un traguardo storico. Io ho fatto 4 gol in Serie A, 3 volte grazie a un suo passaggio. E’ riuscito a far gol anche a me”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy