IL BOCIA SPOSA LA LINEA CELLINO: “VIA DAL CAMPIONATO”

798

Ennesima dimostrazione di vicinanza, di uguaglianza, di dolore e sofferenza tra Brescia e Bergamo in questo momento di dolore. Dopo gli striscioni, gli slogan via social è arrivata anche la presa di posizione del mondo dello sport. Massimo Cellino continua a fare scuola dimostrando che il pensiero del patron biancoazzurro di finire qui la stagione non è poi così campato per aria.

Dello stesso avviso è il leader storico degli ultras dell’Atalanta, Claudio Galimberti detto il “Bocia”. In una lettera scritta ed indirizzata al presidente dell’Atalanta Percassi, il leader della Curva Nord di Bergamo ha espressamente chiesto di non tornare a giocare.

Seppur nella rivalità storica che accomuna le due tifoserie, Brescia e Atalanta, si scoprono quanto più vive e unite che mai nella lotta alla sopravvivenza dove il calcio non è l’ultimo dei problemi.

Vedere la città che soffre, in ginocchio, che combatte negli ospedali contro la morte ogni giorno è atroce e doloroso La rabbia è tanta, tantissima, quando percepisci che se ne stanno andando molti dei nostri ricordi più cari.

Caro presidente Percassi, mi esce spontaneo pensare che sia possibile che per l’Atalanta il campionato finisca qua. Magari non sarà fattibile, ma io voglio pensare che la nostra Atalanta sia un esempio per tutti in questa guerra, indipendentemente  da cosa decideranno i vertici del calcio. Non importa perdere 3-0 a tavolino ogni partita: la nostra città viene prima della nostra squadra

Seppur nella rivalità storica che accomuna le due tifoserie, Brescia e Atalanta, si scoprono quanto più vive e unite che mai nella lotta alla sopravvivenza dove il calcio non è l’ultimo dei problemi.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy