LA GERMANI BASKET BRESCIA NON SI FERMA PIU’, LA REYER VENEZIA SI INCHINA E CEDE 70-64

304

La Germani Basket Brescia non si vuole più fermare. Al PalaLeonessa A2A si devono arrendere anche i campioni d’Italia in carica della Reyer Venzia, 70-64 il punteggio finale dopo una partita ricca di emozioni.

Il primo canestro della gara arriva dopo ben tre minuti, porta la firma di Stone, oggetto misterioso per il resto della partita. Le difese sembrano avere la meglio sugli attacchi, sarà cosi fino alla pausa lunga. È comunque Venezia a governare la partita portandosi sullo 0-4 prima della reazione bresciana. A rimbalzo i campioni d’Italia dominano e la Germani fa fatica a trovare la via del canestro nel pitturato. La Germani riesce comunque a farsi sotto e a portarsi sul 10-11, prima che la bomba di De Nicolao mandi tutti a riposo sul 10-14.

Dopo la tripla di Abass, che apre il secondo quarto, Venezia sembra essere sempre padrona del pitturato, nonostante Brescia con Cain provi a creare qualche situazione interessante. Tonut diventa poi il protagonista degli ultimi cinque minuti: è il giocatore azzurro a firmare il 21-29 a un minuto e mezzo dalla pausa lunga. Filloy spara infine il 25-32 con una bomba dai 6 metri e 75. Il risultato all’intervallo è di 25-32.

Nella ripresa sembra non cambiare nulla. L’Umana Reyer fa copia e incolla rispetto ai primi due quarti, dominando a rimbalzo e sbagliando qualche tiro di troppo. Il massimo vantaggio viene restituito comunque da Chapppel, 27-35 dopo due minuti di gioco. Canestri che sembrano arrivare con il contagocce e soprattutto, ad ogni canestro o tentativo di Brescia di andare a prendere gli ospiti, c’è un allungo da parte di Watt e compagni. Il terzo periodo si chiude sul 41-47.

+8 di Venezia che torna a farsi vivo sul tabellone del Palaleonessa, ci pensa infatti Vidmar ad inizio quarto quarto a muovere la retina. Brescia cambia faccia ulteriormente, trova in Abass,Vitali e Lansdowne i tiratori mentre in Zerini, Sacchetti e Cain una fase difensiva maiuscola sommata a quella dei tre sopracitati.

Parità a 7 minuti dalla fine, 49-49. Chappel e Daye escono dal time-out in grande spolvero e siglano il 49-56 ma la difesa di Brescia si alza di ritmo e intensità. Venezia perde quattro palloni di fila dando alla Germani la possibilità di accorciare e di trovare anche il vantaggio: 60-59 quando mancano poco più di due minuti alla fine.

Brescia cancella Venezia con un break di 16-0 concluso con la tripla di Vitali. 65-69 e una manciata di secondi allo scadere, De Nicolao prima e Daye dopo provano a rimettere in corsa i campioni in carica ma non basta. Abass, MVP della partita, prima stoppa De Nicolao e Bramos, poi chiude i conti con due liberi portando il match sul 70-64.

Passo indietro per la Reyer Venezia, che dopo tre vittorie di fila torna sul pianeta terra. La Germani Basket Brescia continua la sua favola chiudendo la prima parte di campionato da terza della classe, la fase difensiva della squadra di Esposito, a tratti, è davvero encomiabile.

Dall’inviato Alfredo Novello

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy