MUGELLO: BRILLANO I PILOTI BRESCIANI TRA VITTORIE E PODI

233

Brillano le stelle bresciane nel primo appuntamento dei campionati italiani. E’ stata la splendida cornice dell’autodromo del Mugello a tenere a battesimo le prime gare della stagione post coronavirus.

Nella Porsche Carrera Cup Italia grandi prove di Alberto Cerqui e Gianmarco Quaresmini. Per il driver di Preseglie il ritorno al programma completo delle vetture di Stoccarda ha portato in dote una straordinaria pole position ottenuta con un giro superlativo e la vittoria in gara-1. Non così fortunata è stata gara-2 dove l’inversione della griglia di partenza e due safety car hanno frenato la ricorsa di Cerqui al podio.

Grandi prestazioni anche per Gianmarco Quaresmini. Forte del ruggito della sua leonessa dipinta sulla carena della Porsche 911 del team Tzunami Rt, il franciacortino ha ottenuto due splendidi secondi posti nelle due manche di gara alimentando le reali possibilità di bissare il successo nel tricolore del 2018.

Tra le colline toscane è andata in scena anche la prima prova del Campionato Italiano Gran Turismo categoria endurance. Podio nella classe GT4 per Francesco Guerra. Il pilota bresciano, alfiere del team Bmw Italia, ha concluso la sua prova al dodicesimo posto assoluto centrando la seconda posizione nella speciale classifica. Guerra ha guidato alla grande per tutto il weekend centrando anche il miglior tempo nella PU3. Ma la Bmw M4 GT4 condotta insieme ai compagni Simone Riccitelli e Nicola Neri è stata battuta dalla Porsche GT3 del trio Gnemmi-De Castro-Pera.

Vittoria in Pro-Am e settimo posto assoluto per il duo bresciano composto da Francesca Linossi e Stefano Colombo. La coppia unita nello sport come nella vita di tutti i giorni ha condotto la propria Mercedes AMG GT3 nelle zone alte della classifica dovendo però accontentarsi della settima posizione finale a causa di una collisione nelle battute finali della gara. Un contatto con una Lamborghini costato secondi preziosi al tandem del team AKM Motorsport.

Weekend sfortunato nel Campionato Italiano Sport Prototipi per la famiglia Pollini. Nella serie dedicata alle vetture interamente costruite dalla bresciana Wolf Racing Cars della famiglia Bellarosa il campione italiano in carica, Giacomo Pollini ha vissuto due gare davvero sfortunate. In gara-1 l’uomo da battere è stato costretto al ritiro per un cedimento meccanico quando era in lotta per le posizioni da podio. Non è andata meglio in gara-2 quando la sua monoposto lo ha lasciato a piedi per problemi elettrici.

L’uscita di scena di Giacomo ha solamente dato in parte via libera a Matteo Pollini. Il cugino del campione italiano ha colto un quarto posto in gara-1 mentre un uscita di pista dopo pochi chilometri lo ha relegato in fondo al gruppo in gara-2.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy