BRESCIA, CELLINO PREPARA IL TERRENO PER IL FUTURO

965

E se Massimo Cellino starebbe già pensando al futuro? E se Massimo Cellino consideri ormai persa la stagione? Valutazione non certo approssimativa e campata per aria. In più di una occasione il presidente del Brescia ha sottolineato gli errori effettuati in una stagione disgraziata: i cambi di allenatore (tre), la errata valutazione di alcuni giocatori della rosa oltre al fallimento dell’esperimento di Balotelli.

Ad oggi la squadra è ultima in classifica con 16 miseri punti prima del lockdown. Se si tornasse a giocare il Brescia sarebbe chiamato ad una missione impossibile: quella di tentare la scalata alla salvezza. Massimo Cellino è probabilmente rassegnato all’idea di tornare in Serie B.

Come sottolineato da Calciomercato.com la retrocessione sarebbe una preoccupazione minima per Cellino considerati i conti del proprio club. Secondo alcuni dati il Brescia è tra le poche squadre che non ha conti in rosso.

Scendendo di categoria il Brescia si garantirebbe il paracadute al quale andrebbero ad aggiungersi gli eventuali milioni di euro per la cessione dei migliori giocatori della rosa. Tra questi ovviamente Joronen, Cistana e Tonali.

Un tesoretto a garantire ai lombardi una pianificazione del futuro senza patemi d’animo, l’allestimento di un organico all’altezza di una pronta risalita in Serie A ma soprattutto con la consapevolezza di una stabilità economica oggi giorno invidiabile.  

Ovviamente, nel portare avanti al propria battaglia contro i poteri forti del calcio Massimo Cellino spera, in cuor suo, d’ottenere la salvezza a tavolino in modo da poter ripartire la prossima stagione con la sua squadra in Serie A.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy