CELLINO FA SCUOLA: IL MESSAGGIO FA IL GIRO DEL MONDO

289

“Il campionato è finito!”. Così si era espresso Massimo Cellino nei giorni scorsi per chiudere ogni discorso relativo ad una possibile ripresa della stagione in Serie A. Un monto ed un messaggio ad essere stato ripreso a livello globale. Tutte le testate giornalistiche sportive e non solo del mondo hanno ripreso le parole del numero uno del Brescia.

Perchè il messaggio di Massimo Cellino è stato ripreso dai network internazionali, dai siti sportivi e non di tutto il globo. Sudamerica, Inghilterra, Stati Uniti e perfino in Oriente: il messaggio di speranza ma allo stesso tempo di presa di coscienza di Cellino ha messo in evidenza che prima del calcio c’è la vita, prima degli interessi economici che circolano attorno al mondo del pallone ci sono persone che in questo momento soffrono, c’è dolore.

Cellino ha detto ciò che la gente pensa, si è fatto portavoce di un sentimento comune dove il calcio è l’ultimo dei problemi. Che sia Serie B con una retrocessione che il Brescia meriterebbe sul campo, che sia Serie A con una salvezza dettata dall’annullamento della stagione poco importa.

Contro i poteri forti del nostro calcio, contro l’indotto della Dea del Pallone, contro l’interesse generale Cellino si oppone. Penso a quelli che perderanno il posto di lavoro, a quelli che stanno morendo…” un mantra che potrebbe essere preso d’esempio in tutto il mondo come un messaggio da infondere a chi, ancora, non vede la gravità della situazione.

Non importa nulla ad oggi: quello che conta è che Brescia rialzi presto la china, che il dolore per le morti si dissolva, che la gente torni ad una vita normale. E Cellino si è fatto portavoce di questo pensiero, del pensiero dei bresciani.

Ecco alcuni articoli correlati nel mondo citando le parole di Cellino:

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy