BRESCIA, PAJAC: “TITOLARE IN BIANCAZZURRO, CHE GIOIA”

110

“Essere un titolare inamovibile fa piacere”. Inizia così la conferenza stampa di Marko Pajac, l’uomo in più del Brescia di Filippo Inzaghi in questo inizio di stagione. Dal suo mancino sono nati assist importanti, ultimo in ordine di tempo quello del gol vittorie di Moreo contro il Pordenone ma anche gol pesanti come il rigore ad Ascoli. “Da inizio campionato ho risposto sul campo. Sappiamo che ogni volta nella quale superiamo la metà campo possiamo fare male. Cerco di rispondere e fare ciò che mi chiede il mister“.

“Essere il miglior crossatore d’Europa fa piacere ma rappresenta solamente una statistica. E’ un primato che certamente è mio ma che condivido con i miei compagni soprattutto quelli che danno valore aggiunto ai miei cross segnando. Il cross per il gol contro il Frosinone? Ringrazio l’avversario che mi ha lasciato un pò di spazio in più, il mio pallone non era precisissimo ma Moreo è stato bravo. Il cross contro il Pordenone? Ho fatto due-tre tocchi dopo il passaggio di Palacio, poi ho visto il movimento di Moreo e ho messo un pallone difficile per il loro portiere. Sono situazioni che proviamo anche in allenamento“.

Solo il primo anno al Benevento giocavo alto gli altri cinque anni in Italia li ho giocati da terzino. So di essere migliorato molto anche perché non è semplice cambiare dopo tanti anni. Mi sto adattando a questo tipo di gioco“.

“A differenza delle altre piazze dove ho giocato qui a Brescia ho notato subito grande fiducia da parte dalla società e dei compagni. Questo è un aspetto che mi ha consentito di fare bene. Il mio momento è arrivato dalla partita di Coppa Italia contro il Crotone e non mi sono più fermato”. 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy