TONALI-INTER: LA STRATEGIA DEI NEROAZZURRI

870

L’Inter vuole battere la concorrenza delle altre pretendenti alla corsa a Sandro Tonali. L’intento è chiaro: non subire l’onta di uno sgarbo in stile Kulusewski da parte della Juventus o altre squadre come PSG, Napoli e Manchester United.

Attraverso un primo simbolico incontro il club neroazzurro ha voluto gettare le basi per la realizzazione dell’affare dell’estate: assicurarsi per giugno il talento classe 2000 del Brescia. Determinante per sciogliere il ghiaccio è stata la cena di mercoledì sera a Milano tra uno degli agenti del calciatore, Beppe Bozzo (ad affiancare Roberto La Florio) e il direttore sportivo dell’Inter Piero Ausilio.

A favorire la chiacchierata sembra essere stata l’insistenza di Antonio Conte. L’allenatore interista avrebbe chiesto alla dirigenza di muoversi in anticipo su Sandro Tonali per non farsi sfuggire la possibilità d’avere il mediano di Lodi nella prossima stagione. L’affare Dejan Kulusewski passato dall’Atalanta alla Juve via Parma ha stizzito e non poco l’Inter pronta a non commettere un nuovo errore.

Nelle intenzioni del club di Suning Sandro Tonali vuole essere uno dei tasselli principali della creazione di un centrocampo tra i più forti d’Europa. Le parti si sono lasciate convinte della fattibilità dell’operazione, ora in gioco entrerà il presidente del Brescia Massimo Cellino. Il patron di via Solferino valuta il cartellino di Sandro Tonali 50 milioni.

Per ottenere uno sconto l’Inter vorrebbe inserire qualche contropartita tecnica. Sul piatto l’Inter potrebbe proporre due giovani talenti oppure guardando a qualche esubero della rosa attuale.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy